Storia

Luce è il risultato di un progetto nato agli inizi degli anni novanta dall’intuizione di due protagonisti della la storia del vino nel mondo: Vittorio Frescobaldi e Robert Mondavi. Il loro obiettivo comune era dare vita a un vino eccezionale, diverso, nel cuore del territorio di Montalcino, unendo la propria passione e le proprie culture. Con l’impegno dei loro figli enologi Lamberto e Tim, un sapiente blend di uve Sangiovese e Merlot diede corpo alla loro visione, cui venne dato il nome di Luce, quale omaggio a un elemento essenziale per il fiorire di ogni nuova vita.

Le prime due annate di Luce,1993 e 1994, furono presentate insieme nel 1997 e suscitarono molta curiosità per la sorprendente innovazione che caratterizzava l’anima dell’intero progetto. Era solo l’inizio: le perplessità provocate dall’entrata in scena di un inaspettato protagonista lasciarono via via sempre più spazio all’apprezzamento per le sue indiscusse qualità.

Anno dopo anno, Luce riusciva ad esprimersi con un profilo originale ad ogni vendemmia, dal 2004 in poi affidata al solo Lamberto Frescobaldi.

Lamberto Frescobaldi:
alla sua passione e alla sua esperienza l’ambizioso compito di accompagnare nel futuro il lungimirante progetto voluto dal padre e da Robert Mondavi

Logo

Un vino così particolare si meritava un’icona altrettanto distintiva: ispirato a una decorazione sacra presente da secoli sull’altare della Chiesa di Santo Spirito a Firenze, il sole raggiante con dodici fiamme splende sulla bottiglia di Luce, rendendola inconfondibile prima ancora di essere aperta.

Luce divina, luce per gli uomini.
Calore che fa crescere la vite e dà nerbo al vino.